Una borsa per Karen

Ho terminato qualche giorno fa una borsa che mi è stata commissionata da un’amica con la quale ho iniziato una buona collaborazione professionale, Raffaella Bresciani.
Raffaella ed io ci frequentiamo dal 2008, dapprima in rete e poi di persona. Nel guardare spesso con ammirazione il lavoro che faccio e seguendo questo blog, un giorno se ne arriva da Milano con un trolley pieno di tessuti, di disegni e di tanto entusiasmo.

Raffaella ha disegnato una borsa commissionata da una signora statunitense di nome Karen

Un canovaccio ricamato needlepoint, del canvas nero, del raso rosa fucsia ed un foglietto con gli appunti delle misure erano gli ingredienti della borsa.
Il resto dovevo metterlo io, ovvero la famosa façonne.

Il ricamo mezzopunto eseguito a mano sul telaio

Il canovaccio ricamato

Ricamare needlepoint (da noi più conosciuto come ricamo mezzopunto) è un gran lavoro di pazienza. Poche persone ormai si dedicano a questa arte, fatta di un canovaccio, un telaio e fili di lana colorata. I disegni che si possono realizzare sfruttando quello che è un piccolo modulo ripetuto con regolarità, sono davvero infiniti. E’ con questa conoscenza che Raffaella compone i suoi disegni, pannelli che raccontano una storia fatta di simboli e di colori, un modo per fare rivivere in tono moderno una tecnica antica nata per realizzare tappeti ed arazzi.

La borsa prende forma: cucitura delle imputure laterali

La borsa prende forma

Dopo il disegno del modello preparato con le misure del foglietto, procedo con il taglio di tutti i pezzi:
il canvas nero (per l’esterno della borsa), il raso fucsia (per la fodera interna e una tasca portaoggetti).
La borsa ha una forma semplice, rettangolare, con un soffietto a gherone sui lati più corti. E’ aperta, stile Neverfull PM, una shopper bag porta tutto, dagli effetti personali al lavoro; una jolly passe-partout che si indossa da mattina a sera.

La façonne

Applico con massima precisione il canovaccio orlato e stirato sul fronte della borsa (la parte esibita quando si porta a spalla). I canovacci needlepoint vanno letteralmente tirati sulla diagonale del disegno per riportarli ad una forma regolare. La ripetizione del piccolo punto crea sovente un effetto macroscopico sulla trama del tessuto sottostante che tende a diagonalizzare il canovaccio a lavoro finito. E’ un’operazione che anche i tappezzieri fanno quando devono rivestire una seduta con un needlepoint.
Una volta cucito sui bordi e sulla griglia centrale (seguendone il disegno) i pannelli (fronte e retro) vanno uniti e impunturati con doppio ago. Realizzato il gherone per il soffietto laterale, la borsa che ormai ha preso la sua forma viene impunturata sui bordi con molta precisione. Le impunture evidenziano ancora di più la semplice forma.

Finitura della fodera interna

La fodera è preparata identicamente all’involucro esterno, ma leggermente più piccola, per evitare che formi pieghe al suo interno. Si applica la tasca interna portaoggetti. Una passamaneria in grosgrain tinta su tinta irrobustisce il bordo della borsa e aiuta all’applicazione degli anelli vela per far passare il manico a catena Chanel arricchita da un laccio di cuoio. Si unisce la fodera alla borsa con una cucitura perfetta.

Manici in catena Chanel inseriti con anelli vela

La borsa finita, pronta per la spedizione

La borsa è finita, pronta per essere consegnata. Volerà a breve verso gli Stati Uniti d’America con una sua carta d’identità che ne attesta il design, la manifattura e la sua unicità.

Alla prossima borsa, Raffaella.

Gabriella Gai

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *