I must-have della mia stagione invernale 2010-11

E’ bello poter andare a caccia di novità per la nuova stagione moda autunno inverno 2010-11 appena arrivata.
Qualche punto di riferimento, come la maglieria lavorata ai ferri e il ritorno del colore blu mi hanno fatto vivere dei piacevoli dejà vu, ma altri erano in arrivo.

Ma chi l’avrebbe detto che fra i dieci must-have della stagione, i miei preferiti appartenevano al vecchio guardaroba anni 70?

Traggo spunto da un interessante sondaggio di al femminile.com che non solo propone e rende visibili capi e tendenze, ma pone domande alle visitatrici della pagina, domande che hanno il senso di chiedere ti piace o no?
In buona sostanza ecco l’elenco dei 10 trandissimi della prossima stagione:

  1. Il giubbotto da aviatore
  2. Il color cammello
  3. I mocassini e le ballerine
  4. Il taglio a vita alta
  5. Le décolleté classiche
  6. La borsa cartella
  7. I pantaloni di maglia
  8. Le stampe etniche
  9. Le cappe di maglia
  10. I quadri (il tartan o scozzese)

Non ho la pretesa di sviluppare ogni punto dell’elenco, perché non tutto mi entusiasma. Mi soffermerò solo su quelli che ritengo i più interessant, per gusto personale e perché ritengo siano un ritorno non scontato nei corsi e nei ri-corsi della moda.

Giubbotto da aviatore della IrvinIl giubbotto da aviatore

Un mito di giubbotto, per me che sono motociclista e che vesto quasi sempre capi comodi e sportivi. Lo sognavo da ragazzina, quando lo vedevo indossato dai miei compagni maschi. Nessun problema nel portarlo anche su una gonna di lana, con sotto un bel maglione fatto ai ferri. La sciarpa in cashmere è d’obbligo, in tinta unita oppure in tartan. I guanti in montone con la stessa rifinitura di confezione completano il look.
Il giubbotto, indossato sui jeans fa davvero molto biker. Sto pensando di acquistarne uno, finalmente ed ho contattato un sito interessante specializzato nella vendita di questi capi. Si chiama Flightvintage e tratta le migliori marche produttrici di questi mitici capi che non usciranno mai dal mercato della moda. I proprietari dell’attività mi hanno anticipato che stanno producendo anche una linea femminile, vista la richiesta e… l’aumento delle donne motocicliste.

I mocassini più trandy, quelli di Tod's in vernice nera

I mocassini

Finalmente si torna alla normalità (mi permetto di dirlo!). Il ritorno di una scarpa così comoda ed elegante farà la gioia di tante donne che si sono violentate i piedi e la schiena per anni, pur di non perdere mezzo secondo di sex appeal. Via libera allora alla più comoda e sobria delle scarpe, che ci permette di correre a prendere la metro, lavorare in piedi per ore, rappresentare donne normali, che non stanno sempre sul palcoscenico di uno studio televisivo. I mocassini sono prodotti da tutti i brands più famosi, come Tod’s , Fratelli Rossetti, per citarne alcuni. Ottimi mocassini sono anche prodotti da Geox , per chi desidera il massimo del comfort, senza investire cifre astronomiche. Vicine ai mocassini il trand di stagione vuole che indossiamo anche le ballerine: quelle proposte da Chanel sono di certo le più fashion, ma anche Ferragamo propone una splendida collezione visibile nella pagina al link tutti i modelli.
Scarpe basse dunque, deliziose e divertenti: ci faranno meno sexy (ma sarà poi così vero?), ma la nostra corporatura ne guadagnerà in salute.

La borsa cartella

E’ di sicuro la borsa più vista nelle sfilate della stagione invernale. La borsa cartella, di gran moda negli anni 70 è tornata con tutto il suo fascino che deriva dalla borsa da lavoro. Portata a mano o accessoriata da una tracolla, la borsa non ha orario e è può essere indossata anche la sera, se scelta fra le più fashion, come quelle proposte da Miu Miu oppure tra quelle professionali.
Trovo sempre prestigiose quelle di Filofax, nate come cartelle da lavoro, ma evolutesi nel tempo per accontentare anche i gusti delle donne più esigenti e raffinate.

Le cappe di maglia o tessuto

Non è ancora finita la stagione delle cappe o poncho. Già presenti lo scorso anno, nelle nuove sfilate vengono riproposte con modelli più complessi, dotate di colli, bottoni e cappucci, in maglia o in tessuto. Tutte lasciano libere le braccia e avvalgono con il loro morbido abbraccio, maglioni e giacche sottostanti. Interessante quella proposte da Etam, in un caldo color cammello.
La moda del poncho ha fatto riscoprire anche la voglia di lavorare a maglia: molti sono i forum dove si scambiano informazioni su come realizzare il simpatico capo.

Il giubbotto da aviatore, i mocassini, la borsa cartella, le cappe di maglia o tessuto sono riapparsi.
I dejà vu del mio guardaroba degli anni 70 sono le nuove icone della stagione. Mi rallegra sapere di aver portato e di poter ancora indossare capi intramontabili già visti, con la gioia di poterli riacquistare, andando sul sicuro.

Gabriella Gai

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

One Response to I must-have della mia stagione invernale 2010-11

  1. […] fonte: I must-have della mia stagione invernale 2010-11 Articolo aggregato il 5 ottobre, 2010 alle 07:00 ed archiviato in Guardaroba. Puoi seguire il […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *