Le Rose blue-black di FarmVille sono di moda

Nel mese di Ottobre che annunciava Halloween, a FarmVille è arrivato un seme che ha permesso di coltivare Black Roses, rose nere ricche di significati indecifrabili, rappresentate graficamente in una luminosa veste blu. Non è un caso che il gioco abbia proposto di seminare un fiore tanto misterioso, quanto artificiale, proprio per celebrare Halloween, una magica notte dove tutto può accadere, persino lo sbocciare di rose blu, il colore dell’oscurità.

La coltivazione di Black Roses nella mia fattoria di FarmVille

La rosa blu in natura non esiste. E’ il risultato di una colorazione artificiale ad opera dell’uomo

Le rose blu vengono donate nelle relazioni amorose con l’intento e la convinzione di regalare un fiore prezioso e ricco di significati profondi. Nella realtà e nel linguaggio dei fiori si tratta solo di una stravaganza legata più che altro al consumismo, un fiore inventato per soddisfare esigenze un po’ folli, così come citato dalla Compagnia del Giardinaggio

le cosiddette rose blu che si possono acquistare recise in negozio, non sono altro che rose bianche immerse in una soluzione colorante, o semplicemente spruzzate con uno spray color azzurro. Questo accade non solo per le rose, ma anche per i crisantemi, che vengono spesso spruzzati di azzurro o di verde durante il periodo di Tutti i Santi.
A dire il vero ci si sorprende non poco di come per molti questo effetto – visibilmente artificiale – risulti invece “naturale”, al punto di indurli a credere che esistano effettivamente delle varietà di rose color blu cobalto.

Lidia Zitara l’autrice dell’articolo prosegue sostenendo inoltre che

sotto il segno del consumismo, per molti una rosa blu è una curiosità, una rarità, un regalo più costoso e quindi più prezioso, ma purtroppo non è così: una rosa blu finta è peggio di qualsiasi rosa vera, anche di un colore insignificante, persino se un po’ sgualcita, bucherellata e spampanata. Le rose contengono quelle molecole, i delfinidi , che danno ai fiori colorazioni azzurre o celesti, ma a livello “sopito”, per cui non sarà mai possibile ottenere per ibridazione una Rosa di colore azzurro pieno.

Le rose blu sono dunque qualcosa di artificiale, il frutto di un mondo e di un pensiero fantastico che ha nelle favole le sue radici più profonde

Le rose blu sono molto decorative e rappresentate un po’ ovunque su materiali diversi come tessuti, ceramica e porcellana; oppure realizzate in seta per decorare abiti e accessori. Chi sceglie la rosa blu desidera farsi avvolgere dal suo fascino e dalla sua magica aura misteriosa.

La borsa Blue Winter Roses della collezione Gaigì autunno inverno 2008

Nell’autunno 2008 mi capitò di realizzare una borsa per una cliente, maestra elementare affascinata dalle favole alla quale proposi come decoro rose blu stilizzate appliquèe da ricamare su jeans nero. La borsa faceva parte della collezione invernale 2008-2009 nella quale avevo già introdotto accostamenti di blu, di nero e di grigio scuro. Con la cliente avevo sostenuto che quella borsa sarebbe stata sicuramente diversa da tutte quelle che allora la moda le stava offrendo, in un momento nel quale il viola era imperante ed il blu nella mia vision poteva riemergere con tutta la sua forza.

Dettaglio del ricamo appliquèe della borsa Winter Blue Roses della collezione Gaigì

Due anni dopo, ora,  non c’è vetrina nella quale il blu e le rose delle favole non risaltino in tutta la loro bellezza: sulle borse, realizzate con la lana all’uncinetto per farne sciarpe o ricamate le rose blu accostate al nero totale lo rendono luminoso e nuovo.

La borsa Winter Blue Roses vista dietro

Qualche volta l’intuizione e la voglia di essere diversi ti fanno essere trandy due anni in anticipo.

Gabriella Gai

P.S. La borsa non è uscita dalla collezione: se ti piace e la vuoi puoi ordinarla via e-mail.

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *