La pochette nata da jeans leggings

Il mercato del quartiere dove abito è noto per la grande offerta di abbigliamento grandi firme a prezzo vantaggioso. Alcuni banchi trattano solo jeans che in questo momento di crisi economica vengono letteralmente venduti al prezzo di produzione: alcuni anche al di sotto di cinque euro. Montagne di jeans nelle quali scavare per trovare un pezzo interessante, della tua taglia e perché no, anche di un brand sconosciuto, purchè abbiano un buon tessuto e qualche dettaglio inconsueto.

Chi cerca trova. Al Mercato della Crocetta di Torino, jeans firmati a poco prezzo

Al Mercato della Crocetta di Torino, nei banchi dove si vendono solo jeans esposti alla rinfusa è necessario armarsi di pazienza prima di trovare quello che cerchi. L’occhio allenato aiuta: ecco apparire un paio di jeans leggings, marca sconosciuta, bel tessuto, bel modello, ma guarda, pure della mia taglia! Quanto costano? Ben cinque euro. Non posso privarmene, anche se è l’ennesimo jeans che indosserò. Li proverò a casa.

La pochette nata dagli orli tagliati di jeans leggings

Le gambe dei jeans leggings sono progettate per donne altissime

Sono di media statura e di certo non me  ne faccio nulla di 15 cm in più di pantalone. Di solito questi jeans così particolari sono dotati all’orlo di una cerniera, utile a fare passare il piede. Nel rifare l’orlo la cerniera si perde ed è necessario aprire almeno uno spacchetto per indossarli comodamente. Su un jeans che ho pagato così poco non perdo tempo a staccare la cerniera e a riattaccarla nella nuova posizione.

Il ricamo personalizza la pochette di jeans

Tuttavia i due orli tagliati sono qualcosa che si può recuperare

La creatività non mi manca per trasformare due scarti di jeans (all’apparenza) in un oggetto al quale dare una nuova funzione. Qualche ricamo spiritoso posizionato vicino alle cerniere e il mio brand Gaigì personalizzeranno il jeans. Una cucitura sul lato tagliato dei due orli, trasforma i due pezzi di stoffa in piccole tasche dotate di cerniera. Due foderine di misura in cotonina americana permettono di creare una nuova tasca tra la cerniera e l’interno della tasca di jeans.

Due anelli vela e un moschettone per unire le tasche

E’ così che le due tasche accostate diventano una simpatica pochette. Anelli vela, due moschettoni in zama e nuovi tiralampo completano il tutto. Una sottile e lunga tracolla in pelle rossa dotata di fibbia di chiusura permetterà alla pochette di essere portata in cintura o a tracolla (utilizzando le regolazioni dei fori).

Mai buttare via pezzi di jeans!

Gabriella Gai

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *