Applicazioni catarinfrangenti

Mi piace sperimentare materiali nuovi quando eseguo ricami in appliquèe, ovvero la tecnica di cucito che prevede l’applicazione di elementi in tessuto che formano un disegno progettato in precedenza, ritagliati, posizionati su un tessuto che ne fa da supporto e in seguito cuciti lungo i bordi. La tecnica si avvicina a quella del patchwork, senza sposarne i tradizionali disegni.

Con l’appliquèe è possibile creare disegni originali da comporre e cucire liberamente sia a mano che con l’uso di una macchina da cucire

Display della Husqvarna Diamond durante la lavorazione dell'appliquèeCon la Husqvarna Diamond e il software 4D Embroidery design è possibile progettare e realizzare ricami in appliquèe eseguibili direttamente su uno dei telai della macchina.

Il simbolo del Feed RSS che fa parte del progetto grafico Icone del Web viene riprodotto macroscopicamente su un taglio di canvas nero utilizzando come tessuto di applicazione un tessuto catarifrangente della 3M, cucibile una volta fissato con spray adesivo.

Questo speciale tessuto è commercialmente venduto in strisce adesive da applicare su capi tecnici e divise, perché legato al mondo della sicurezza stradale e dell’antifortunistica. Tuttavia è possibile richiederlo a metraggio con costi non indifferenti. Per fare questo tipo di sperimentazione me ne sono procurata una piccola quantità presso un mio fornitore.

Il ricamo appliquèe catarinfrangente campeggia su un lato della shopper in canvas nero

Creato il file ricamo la macchina esegue inizialmente i bordi dell’applicazione a punto filza. Durante la lavorazione è necessario fermare la macchina per ritagliare il tessuto in eccedenza e permettere infine di ricamare i bordi a punto pieno.

I due lati della shopper con appliquèe e patch Feed RSS

Terminato il lavoro è possibile aggiungere al ricamo un ulteriore bordo a punto filza triplo per esaltare il disegno; la filza è eseguita sia all’interno (il tessuto della 3M è facilmente cucibile), sia all’esterno dell’applicazione e non risulta necessario fare sostituzione di aghi macchina o di piedini.

Façonne dell'interno della shopper

Con il macrosimbolo dei Feed RSS in appliquèè su canvas nero ho realizzato una shopper con interni arancio, per riprendere il colore delle patches applicate su un lato e sul fianco della borsa.

Anelli vela applicati per il passaggio del manico a catena

  • La borsa misura cm 48 x 36, profonda sui lati cm 6.
  • All’interno è inserita una pochette in canvas antiscippo (per riporre portafogli e documenti) ed una doppia tasca, di cui una adatta a riporre il cellulare.
  • Anelli vela stile Borbonese in ottone cromato servono al passaggio di una catena Chanel intrecciata con lacci di cuoio nero, sufficientemente lunga per portare la shopper a spalla.

Ancora un incontro tra moda e tecnologia per una shopper che si farà notare al buio, soprattutto se illuminata dai fari dei veicoli. Un modo per illuminare la notte, per indossare una shopper divertente.

Gabriella Gai

Il simbolo del Feed RSS che fa parte del progetto grafico Icone del Web (http://www.gabriellagai.it/fashion/come-personalizzare-felpa-acquistata-in-rete/) viene riprodotto macroscopicamente su un taglio di canvas nero utilizzando come tessuto di applicazione un tessuto catarifrangente della 3M (http://solutions.3mitalia.it/wps/portal/3M/it_IT/EU-SafetySecurityProtection/Home/ProdInfo/TrafficSafety/ ), cucibile una volta fissato con spray adesivo.

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *