Borsette per bambine

Le donne che acquistano le mie borse fra i tanti lavori che svolgono fanno anche le mamme. Può accadere che le figlie si innamorino delle cose che le loro madri indossano, un fatto noto nell’infanzia di una donna e allora perché non accontentarle? Questa è la storia di due borsette per bambine.

Due figlie gemelle, innamorate della borsa in jeans della loro mamma

Una mamma acquista una Chanellina FashionCamp e subito le figlie gemelle ne vogliono una adatta a loro.
Fare due borsette esattamente uguali in recycled denim non è cosa facile, visto che il materiale dal quale si parte permette di realizzare ogni volta una borsa unica che pare fatte solo per te. La richiesta mi è sembrata una sfida divertente.

Tasca sinistra del jeans utilizzata per fare una delle due borsette

Smontando jeans si ricavano tanti pezzi interessanti come le tasche, spesso utilizzabili per fare borse complesse; altre volte queste parti sono troppo danneggiate per essere a loro volta impiegate, perché troppo piccole. Una borsetta per bambina non ha le esigenze di quella della mamma che deve portarsi mezza casa dietro per uscire ed essere pronta ad ogni evenienza (a questo le donne sono spesso costrette).

La tasca destra del jeans utilizzata per una delle borsette

Cosa distingue le borsette?

La borsetta che ho progettato (e duplicato) misura 17 x 24 cm; è una semplice tasca fatta delle tasche anteriori di un comune jeans da riciclo. Le tasche sono diverse perché appartengono allo stesso jeans, per cui è possibile riconoscere la borsetta realizzata con la tasca destra (quella che ha in più il taschino da orologio, una tradizione che dà il nome 5 tasche ad un jeans, Levi’s in particolare) e quella realizzata con la tasca sinistra (più semplice). Le tasche sono utilizzabili per riporre piccoli oggetti perché ne ho mantenuto la fodera interna. Il fronte della borsetta è identico (a meno di uno strappo evidenziato con cura), decorato con la patch Feed RSS, la stessa della Chanellina FashionCamp indossata dalla mamma. La fodera interna è in seta doppiata arancio; le chiusure sono realizzate con un pratico magnete, giusto per non perdere le cose preziose che una bimba decide di portare con sè. Le borsette sono due piccoli gioielli di moda sostenibile.

Le due borsette per bambine realizzate

Tasche di recupero a parte, le borsette sono simili: lo stesso materiale (recycled denim), la stessa patch, gli stessi manici in ecopelle, regolabili in lunghezza. Sono i piccoli peluche che le decorano a creare la distinzione: uno è un cane, l’altro un orsetto. Ma entrambi portano al collo un piccolo cuore in madreperla: il cuore della mamma che ha desiderato le borsette per le sue bambine uguali alla sua di adulta.
Non ho ricevuto commenti in merito alla diseguaglianza nella similitudine: è possibile che le bimbe abbiano scelto da sole la loro borsetta preferita e questo mi suggerisce che due gemelle anche se molto somiglianti tra loro non si sentono mai uguali.

Gabriella Gai

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *