Organizzare una fiera

Oggi sono a Lingotto Fiere Torino perché inizia Manualmente – Rassegna della manualità creativa . Sono presente nello stand di Safarà Cucito, grazie ad un loro invito perché utilizzo professionalmente macchine da ricamo Husqvarna da quando ho iniziato la mia attività di artigiano creativo. Le fiere non sono una novità nella mia vita lavorativa: ne ho partecipate moltissime, in diversi settori. Mai mi era accaduto di organizzarne una praticamente da sola.

Pannelli Ikea serviti per creare lo stenditoio espositivo

Come un piccolo artigiano può organizzare le propria fiera all’insegna del risparmio

Partecipare alle fiere locali è una buona occasione per farsi conoscere e apprezzare sul territorio nel quale si opera. Manualmente è una rassegna che ho sempre frequentato come visitatore: non a caso viene organizzata in autunno, la stagione dei buoni propositi. Tornati dalle ferie, iniziato il nuovo anno lavorativo e con il pensiero al Natale che verrà, il pubblico cerca a Manualmente nuove idee per il proprio tempo libero, impiegandolo magari ad imparare qualcosa da fare con le proprie mani, alla ricerca della creatività e della abilità che si può sviluppare e coltivare dentro di noi. Manualmente è una rassegna che propone soprattutto corsi creativi e workshop che fanno bene alle nostre mani e al nostro spirito. Imparare qualcosa di nuovo ci restituisce quei piccoli momenti di serenità durante i quali lasciamo da parte tutti i pensieri negativi per concentrarci su un solo obiettivo: quello di vedere realizzato qualcosa di diverso dal solito e che ci piace tanto condividere con altri. Oppure acquistare in quella sede qualcosa di unico, fatto artigianalmente da abili mani.

Il pannello Ikea proposto come stenditoio

Noi artigiani siamo qui per questo: per fare cose e trasmettere conoscenza

Ma come può un abile artigiano nel contesto di una fiera esprimere tutto il suo potenziale? La cosa non è facile e non si tratta nemmeno di metri quadri di stand. Personalmente affronto Manualmente (stavolta la vita mi ha portato a fare l’espositore) rispetto un piccolo progetto che ho preparato durante l’estate. Il tema dominante è la proposizione di corsi sui temi che sviluppo da qualche anno: il Denim Recycled, la moda e il lusso sostenibile, l’abbigliamento e gli accessori per il cane di casa.

Lo stenditoio delle idee di Gaigì a Manualmente 2011

Il nuovo tema al quale ho lavorato di recente, dando vita ad un manuale e a un corso (nuovi prodotti) è Come fare un impermeabile al cane. Come immaginarselo rappresentato in una fiera non è stata cosa facile. La mia passione, la mia esperienza professionale e il budget che avevo a disposizione mi hanno fatto utilizzare molti strumenti digitali, a partire dal web. Il mio sito è la mia immagine nel settore, una macchina produttiva di possibili contatti che va seguita e continuamente aggiornata. Nel mio caso è il punto fermo, la coerenza con la quale realizzo e organizzo il mio lavoro. Sfruttando il sito come archivio della mia piccola realtà produttiva ho allestito lo stand a Manualmente. Il risultato? La riproduzione del mio laboratorio, del mio mondo di idee e di realizzazioni.

Lo stand di Gaigì a Manualmente 2011

L’allestimento dello stand è fatto di un tavolo (che avevo) e di tre pannelli pensati all’insegna della massima economia; per questo ho sfruttato le fiancate di una delle tante linee delle cucine Ikea e con un po’ di ingegno li preparati per accogliere tutto quello che desideravo esporre. Alcune viti parker da legno e del semplice spago hanno dato vita ad uno stenditoio di idee tutte percorribili. Fare una borsa con jeans da riciclo, fare un impermeabile al cane, personalizzare una felpa o una giacca, iscriversi a corsi. Ce n’è per tutto l’inverno e oltre. E poi il Natale è vicino.

Imparare a fare è imparare a risparmiare, parola di Manito (sta scritto sui biglietti di Manualmente).

Gabriella Gai

Manualmente – Rassegna della manualità creativa
Lingotto Fiere Torino, Via Nizza 294
dal 29 settembre al 2 ottobre 2011
orario di visita al pubblico: 9:30 – 19:30


Visualizzazione ingrandita della mappa

Iscrizione al corso Chanellina Fashion Camp

Compilando questo form ti iscrivi al Corso Come fare una borsa riciclando un vecchio paio di jeans - La Chanellina FashionCamp, nelle modalità descritte qui sopra. Riceverai la conferma di iscrizione e le istruzioni per il pagamento.
  • Prezzo: 250,00 €

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *