Scaldacollo Tricotin

La lana, protagonista della stagione è stata per me una grande fonte di ispirazione nel proporre accessori da collezione da regalare agli amici, a chi si vuol bene nel gesto di un caldo abbraccio del quale tutti abbiamo bisogno. 

Lo scalda collo tricotin è l’accessorio moda del Natale 2012

La Collana realizzata con il tricotin, base dello scaldacollo

Lane pregiate come la baby alpaca possono essere utilizzate per la creazione di preziosi e originali scalda collo realizzati a tricotin, ovvero lavorando gomitoli di filato trasformato in tubolare di sole quattro maglie, modellato a sua volta fino a farlo diventare una grande collana colorata ripiegabile ancora su se stessa per un grande, caldo collare.

Lo scaldacollo ripiegato, pronto da indossare

La lavorazione di un gomitolo di lana di baby alpaca da 50 gr. realizzata con il Tricotin di Prym, un mulinetto dotato di quattro aghi da maglieria e una manovella con il quale si produce il più semplice esempio di maglia tubolare, genera circa 3,50 m di cordoncino che arrotolato a matassa (con una lunghezza di circa 75 cm) costituisce la base di una collana di lana che rigirata in seguito su se stessa diventerà lo scalda collo. L’abbondanza di giri di cordoncino fanno diventare lo scalda collo più ricco e soffice.
Per fare questo scalda collo sono stati utilizzati due gomitoli di baby alpaca rossa ed un gomitolo di baby alpaca color prugna. 

La treccia di lana realizzata con i tre capi della collana di tricotin.

Non tutti i gomitoli di lana lavorati nel tricotin rendono allo stesso modo ovvero producono la stessa quantità di cordoncino

Nel costruire la matassa per giri della stessa misura possono alla fine avanzare tratti di tricotin di misura diversa (dovuti alla diversa resa della lavorazione del gomitolo) elementi che alla fine aiutano a chiudere e a rifinire  la matassa; annodati o intrecciati fra loro e abbelliti da minuteria per bijoux, impreziosiscono l’oggetto. La treccia di questo scalda collo passa dentro un anello di tricotin e blocca la forma dello scalda collo quando la collana-matassa è ripiegata su se stessa.

Il fiocco di chiusura di un lato dello scaldacollo

L’altro lato dello scalda collo è abbellito da un fiocco fatto da due capi delle tre matasse che costituiscono la collana. Annodati tra loro chiudono la forma della matassa.

Il fiore di lana che decora lo scalda collo è il motivo trendy dell'accessorio moda

Rendere ancor più bello lo scalda collo è stato facile: con il Flower Loom di Prym (art. 624 156) ho prodotto il fiore di lana aggiungendo nella lavorazione anche un filo di seta e alcune perline d’argento cucite al centro del fiore. Il fiore di lana è stato attaccato con un maxi bottone a pressione per permettere un eventuale cambio di fiore.

Guardate come è facile farne un altro:

Ancora una volta gli strumenti di Prym mi hanno aiutata a produrre oggetti nuovi e originali fatti con il cuore.

Gabriella Gai

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

3 Responses to Scalda collo tricotin

  1. […] http://lecoccoledimariagio.blogspot.it/2013/04/tricotin.html Scalda collo tricotin | Gabriella Gai Tricotin | Mammacraft Nella valigia della Buru: TRICOTIN: Ecco come si usa – TUTORIAL Base e […]

  2. Paola zappala scrive:

    Come prym florwer Lomm ci sono altri attrezzi x realizzare altri lavori? E come fare x comprarlo? Grazie

  3. Gabriella Gai scrive:

    Ciao Paola,

    non ne conosco altri. Per acquistare questo attrezzo consulta la rete.
    Buon Anno!
    Gabriella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *