Regalare: un trionfale insuccesso!

E’ tempo di regali di Natale e domani come la tradizione vuole scatta la fatidica ora X.
Cosa posso regalare a Paolo, a Marta, ai genitori, fratelli, colleghi…, insomma a tutti coloro i quali meritano da noi un pensiero che ci ricordi fino al prossimo Natale? Siamo tutti preoccupati della stessa cosa: il nostro regalo dovrà essere un successo, così come si pensa che tutto nella nostra vita debba andare. Se sbagliamo regalo nessuno ce lo verrà certo a dire: a caval donato non si guarda in bocca, ma intanto l’ansia per non commettere errori in materia sale.

Ma è proprio il caso di preoccuparsi così tanto per un acquisto che nel 90% dei casi si fa per circostanza?

Il 90% dei partecipanti alla nostra lista dei regali è composta da conoscenti, diversi dagli amici (rarissimi di fatto), verso i quali dovremmo invece concentrare il nostro sforzo per regalare qualcosa che ben si avvicini ai loro desideri. Questo significa essere molto vicino a loro con il cuore, più che con il portafoglio. Sono proprio le persone alle quali vogliamo più bene che spesso ricevono la cosa acquistata all’ultimo minuto, convinti del fatto che se sbagliamo regalo verremo perdonati. La letteratura in materia si spreca. Così viviamo per l’ennesima volta la sindrome dell’insicurezza e del conseguente insuccesso.

Che fare allora per sostenere l’evenienza? Vi suggerisco un regalo sorprendente e di sicuro successo (per i conoscenti, per tutti).

Istruzioni per un trionfale insuccesso - Aforismi

Istruzioni per un trionfale insuccesso – Grandi uomini e imprese memorabili partite male e finite in gloria a cura di Herter Studio, Ed. Italiana, Orme Editori.
Il filo conduttore di questa piccola raccolta di aforismi e brevi narrazioni di illustri falliti è rappresentato dai divertenti e istruttivi aneddoti sugli errori e gli insuccessi che hanno concorso alla grande fortuna di chi li ha commessi.
Ne cito qualcuno fra quelli che mi hanno divertito di più:

Non ho fallito, ho solo trovato 10.000 soluzioni che non funzionano, Thomas Edison.

Thomas Edison testò oltre 6.000 materiali prima di trovare quello giusto  da usare come filamento delle lampadine.
_______________________________

Forse, nel momento in cui ci capita, non ce ne rendiamo conto, ma un calcio nei denti può rivelarsi la cosa migliore che ci possa accadere, Walt Disney.

Walt Disney finì in bancarotta più volte.
_______________________________________________________________________

Non è che io sia poi così brillante, è solo che rifletto più a lungo su un problema, Albert Einstein

Albert Einstein non parlò fino all’età di quattro anni e imparò a leggere a sette. A scuola fu giudicato lento nell’apprendere, asociale e sempre assorto nelle sue folli fantasticherie. Venne persino espulso e successivamente non fu ammesso al Politecnico di Zurigo.
_______________________________________________________________________

Nella vita metà degli insuccessi derivano dal trattenere il proprio cavallo mentre sta per saltare, Auguste Hare.

Auguste Hare è un autore britannico ottocentesco (1843-1903), assiduo viaggiatore, scrisse numerose guide, nonché un diario sull’Italia.
_______________________________________________________________________

Il successo è l’abilità di passare da un fallimento all’altro senza perdere l’entusiasmo, Winston Churchill

Winston Churchill fu bocciato in prima media; in seguito uscì sconfitto in ogni elezione in cui si candidò fino a che non divenne primo ministro all’età di 62 anni. Una volta addirittura scrisse: “ Mai arrendersi, mai arrendersi, mai, mai ,mai, mai – in nessuna circostanza, importante o futile, seria  o frivola che sia – mai arrendersi, se non per motivi di onore e di buon senso. Mai, mai, mai, mai, rinunciare“.

Leggere aforismi allena la mente a formulare un pensiero conciso ed efficace.

Regalare un libro di aforismi ispirato all’insuccesso che tutti temiamo può sicuramente essere un modo per contrastarlo e farci comprendere che in fondo “Siamo tutti dei falliti, o per lo meno i migliori di noi lo sono” (James Matthew Barrie, creatore di Peter Pan).

Non ho suggerimenti per i regali da fare alle persone amate. Solo il vostro cuore vi potrà aiutare.

Gabriella Gai

Leggi anche:

About The Author

Gabriella Gai

Sono Gabriella Gai, vivo e lavoro a Torino. Eclettica di natura ho sviluppato esperienze professionali diverse con un comune denominatore: creatività, progetto e realizzazione. Il mio studio per il riciclo e il riuso dei materiali hanno dato vita ad un progetto dedicato interamente al riciclo del jeans per produrre moda e un lusso sostenibile esteso anche ai complementi di arredo ed alla cura del cane di casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *